Dopo un grave incidente sul lavoro Giuseppe è disoccupato. Suo figlio Antò sogna di fare l’archeologo e pensa che l’occhio vitreo del padre sia il segno di un superpotere.

Sono rimasti soli da quando Angela, madre e moglie adorata, è morta per un malore mentre era al lavoro nei campi. Senza più una casa, costretto a chiedere lavoro e asilo in una tendopoli insieme ad altri braccianti stagionali, Giuseppe ha ancora la forza di stringere a sé Antò, la sera, e raccontargli una storia. Gli ha promesso che un giorno riavrà sua madre, e rispetterà quella promessa, a qualunque prezzo.

Lo Spaccapietre segna il ritorno sul grande schermo di Salvatore Esposito, l’attore divenuto popolare per il ruolo di Gennaro in Gomorra è uno dei nuovi volti del cinema italiano e per fortuna anche nostro.

Nell’opera dei fratelli De Serio, sbarcata anche al Festival di Venezia appena concluso, Salvatore Esposito ha tutto il consenso nell’essere lo spaccapietre perfetto!

Gallery

Commenta con Facebook