Inauguriamo una nuova sezione del sito dedicata ai fumetti, o per meglio dire come piace agli amici nerd la sezione Comic!

Abbiamo deciso di iniziare da un disegnatore italiano che seguiamo da diverso tempo e che ci regala splendide strisce. Parliamo di Salvatore Callerami, autore e ideatore della serie di fumetti intitotala “Lui e l’Orso”.

Ci siamo divertiti e riso intervistandolo in esclusiva per i lettori del blog.

Raccontaci un po’ meglio di te, chi è Salvatore e come è nata la tua passione per i fumetti?

Ciao ragazzi! Innanzitutto grazie per l’invito è un piacere fare la vostra conoscenza. Sono di Catania, 28 anni manco a trovarli, fumettista autodidatta e sogno di poter campare al più presto coi miei fumetti. Sono egocentrico, ingenuo, mi piace mangiare qualsiasi cosa che sia fritta, adoro le guerriere Sailor, vorrei vivere una fiaba Disney, mi piacerebbe poter uscire da casa col pigiama senza dover bisogno di vestirmi, preferisco i Digimon ai Pokemon e boh, mi piacciono le case piccole e odio le ultime sboccate di fumo di sigaretta di chi entra in bus.

Disegno da quando ne ho memoria, il calcio non mi piaceva, la play nemmeno e sfogavo la mia fantasia col disegno, ma abbraccio il mondo del fumetto dai tempi del liceo. Attualmente disegno tantissimo, non mi fermo mai, ho voglia di migliorare, voglio continuare a emozionare i miei lettori, farli piangere e ridere, ed è una passione che non avrà mai fine.  

© Salvatore Callerami

Lui e l’Orso narra l’amore tra due coinquilini, Simone, lui e Diego, l’orso. Cosa ha scaturito la voglia di disegnare e raccontare una serie comics sull’amore tra due bear?

E’ nata per caso, mi piace disegnare gli orsi, sono morbidi e pelosi e mi piace accostarli a personaggi con un’esagerata differenza di misura, infatti ecco il perché del mingherlino Simone. Comunque -scusate la volgarità- disegnavo peni e culi, soprattutto dei due personaggi in questione e in molti mi hanno spinto a farci una sit-comic, ed ecco “Lui e l’Orso” e la banda di amici che ruota intorno a loro!Da un semplice racconto attraverso i social è nata la pubblicazione di un libro per Ren Books. Che sensazioni hai provato a sapere la notizia?

Inaspettata! Non avevo creato Lui e l’Orso con l’intenzione di pubblicarci un libro, quindi la proposta da parte della Ren Books è stata davvero una sorpresa. All’inizio mi ha un po’ impanicato l’idea, perché il progetto non aveva una trama e ho dovuto crearla di sana pianta in poco tempo; sono davvero soddisfatto di come poi è riuscito i volume.

La prima persona a cui hai detto “pubblico un libro”?

Quando mi pubblicarono Dandelion, a mia madre <3

Ti abbiamo conosciuto con questa graphic novel, ma sappiamo che hai lavorato anche ad altre storie.

Sì! Come ho detto sopra: “Dandelion”. è il mio primo fumetto pubblicato da Shockdom, un fantasy poetico che narra le avventura di un piccolo spirito dei soffioni col compito di esaudire i desideri degli esseri umani; può sembrare un fumetto per bambini, ma nasconde una profondità nella trama che potrebbe conquistare il cuore dei lettori adulti.

Il tuo nome, Salvatore, rivela in qualche modo le origini siciliane. Come è stato rendere pubblico un lavoro a tema LGBT e rapportarsi in una regione che apparentemente molti considerano culturalmente off limit? (Disclaimer: La Sicilia, che conosciamo bene, non è per niente off limit, anzi!)

La Sicilia è Open Mind anche se non sembra, fidatevi! Non ho riscontrato alcun problema, ho persino tenuto degli incontri nelle fumetterie siciliane e il pubblico sembra aver gradito, poi bisogna dire che è un fumetto di nicchia, chi segue le strisce di Lui e l’Orso sono coloro che si interessano a progetti di questa tematica.

Nei post social ti piace chiamare i fan ‘zozzoni’, si cela un po’ di comune finto perbenismo italiano da sdoganare nei confronti del sesso e dell’omossesualità?

Seguono la mia pagina, pubblico peni e culi e nessuno prova imbarazzo, vergogna o disgusto, quindi son zozzoni come me! Sono tabù da distruggere, il sesso è una roba quotidiana, bisogna prendere determinate situazioni con leggerezza e tranquillità.

Come hai annunciato su Facebook, stai lavorando alla seconda serie di “Lui e l’Orso”, puoi anticiparci qualcosa?

I lettori sono sempre aggiornati, continuo a postare le strisce che verranno raccolte nel secondo volume e si spera di poterlo pubblicare entro la fine dell’anno! Quindi continuate a seguirmi e ne vedrete delle belle!

Commenta con Facebook